Seleziona una pagina

Mercoledì 1 agosto 2018, ore 21.15
Subbiano. Castello di Valenzano
DA ROSSINI A VERDI
Silvia Martinelli, soprano
Julia Samsonova-Khayet, mezzosoprano
Viktor Mickovski (Macedonia), tenore
Massimo Naccatato, baritono
OIDA Orchestra Instabile di Arezzo
Linus Lerner (U.S.A.), direttore

Gioachino Rossini
Da Il Barbiere di Siviglia:
Sinfonia
“Largo al factotum della città” (baritono)
“Una voce poco fa” (soprano)
Duetto “Dunque io son la fortunata” (soprano-baritono)

Jules Massenet
Meditation (da Thaïs)

Gaetano Donizetti
Da L’Elisir d’Amore:
“Una furtiva lagrima” (tenore)
Duetto “Venti scudi” (tenore-baritono)

Jacques Offenbach
Da Les contes d’Hoffmann:
Duetto “Belle nuit, ô nuit d’amour” (soprano-mezzosoprano)

Pietro Mascagni
Da Cavalleria Rusticana: Intermezzo

Giuseppe Verdi
Da Il Trovatore: “Stride la vampa” (mezzosoprano)

Giacomo Puccini
Da La Bohéme: Duetto “O Soave fanciulla” (soprano-tenore)

Georges Bizet
Da Carmen: Habanera (mezzosoprano)

Giuseppe Verdi
Da La Traviata: Preludio
Da Rigoletto:
“La donna è mobile” (tenore)
Quartetto “Bella figlia dell’amore”

Silvia Martinelli, soprano, svolge un’ampia attività artistica, sia nell’ambito della lirica che del concertismo. Ha studiato canto con Margherita Rinaldi, perfezionandosi in seguito con Renata Scotto, Maria Chiara, Claudio Desderi e Julia Hamari. Diplomata in Canto presso il Conservatorio di Musica di Perugia, è stata premiata in numerose competizioni nazionali e internazionali, fra cui il Concorso “Hans Gabor Belvedere” di Vienna e l’Accademia di Perfezionamento del Teatro alla Scala. Ha interpretato molti ruoli da protagonista in opere quali Le Nozze di Figaro e Don Giovanni di Mozart, Il Barbiere di Siviglia di Rossini, The Turn of The Screw di Britten, Rigoletto e La Traviata di Verdi, etc. Recentemente ha tenuto una tournée in Bulgaria, Olanda, Belgio e Lussemburgo, interpretando il ruolo di Musetta in Bohéme in importanti sedi quali Teatro dell’Opera di Stato di Plovdiv, Teatro Carré di Amsterdam, Stadsschouwburg di Haarlem, Teatro Capitol di Gent, etc. Artista versatile, è impegnata anche in ambito sinfonico, cameristico e liederistico, esibendosi in prestigiose sedi in Italia e all’estero (Germania, Spagna, Belgio, Grecia, U.S.A., Canada, etc.). In Trio con Fabio Taruschio e Andrea Trovato conduce un’intensa attività concertistica in prestigiose sedi: Festival Internazionale “Mellieha Nights” di Malta, la 2. Adenauer Stationenweg (Germania), il Festival “Riflessi d’Arte” del Lago di Como, il Brianza Classica, Rovinj Ljetni Festival (Croazia), Festival “Concert Classics L’Escala-Empúries” e Festival “Sant Pere de Rodes” (Spagna), etc.
Incide per la casa discografica Tactus.

Julia Samsonova-Khayet, mezzosoprano di origini lituane, consegue il diploma in direzione di coro, pianoforte e canto presso il Ginnasio delle Arti a Vilnius Lituania. Inizialmente si dedica allo studio di canto jazz perfezionandosi ai Berklee Summer School di Umbria Jazz dove ha la fortuna di conoscere Bobby McFerrin il quale la indirizza verso lo studio del canto lirico. In seguito studia presso il Conservatorio “G. Rossini” a Pesaro dove ottiene laurea di canto con 110 e lode sotto la guida di E. Dundekova ed all’Accademia d’Arte Lirica a Osimo. Frequenta l’Accademia di Perfezionamento per i cantanti lirici al Teatro del Maggio Fiorentino e l’Accademia di Perfezionamento presso i Teatri S.P.A di Treviso in collaborazione con il Gran Teatro “La Fenice“ Venezia. Viene selezionata ed invitata dal M° Dalton Baldwin a frequentare la prestigiosa Accademie Musical de Villecroze in Francia, riceve la borsa di studio di Raina Kabaivanska per studiare all’Accademia Chigiana di Siena.
Vincitrice di numerosi concorsi nazionali ed internazionali quali: Concorso As.Li.Co a Como nel 2005 , Concorso di Musica Sacra nel 2006 a Roma (Primo premio assoluto), Concorso “Vinas” Barcelona nel 2007 (premio speciale), Concorso “Segattini“ Venezia nel 2007, Finalista e vincitrice del premio speciale al Concorso “Tebaldi“ a San Marino nel 2007, Concorso
“Città di Bologna“ nel 2009 (primo premio assoluto, premio del pubblico e della critica). Al debutto all’Opera de Lorraine a Nancy il suo talento viene riconosciuto e premiato da Nancy Opera Passion – Francia. Si è perfezionata con numerosi artisti di fama internazionale quali: Robert Kettelson, Giuseppe Sabbatini, Giulio Zappa, Ph. Gossett, Enzo Dara, B. Manca de Nissa, Josè Cura, D. Baldwin, Roberto Servile, etc.

Viktor Mickovski è nato a Skopje, in Macedonia. Ha compiuto gli studi musicali in Italia, prima presso il Conservatorio “L. Refice” di Frosinone, poi presso il Conservatorio “S. Cecilia” di Roma dove ha partecipato anche alle master classes tenute dal tenore Giuseppe Sabbatini e dal soprano Daniela Dessì.
Dopo aver conseguito il Diploma in Canto Lirico, ha proseguito gli studi di perfezionamento presso la Florence Opera Academy sotto la guida del soprano Silvia Bossa, ampliando il proprio repertorio e la conoscenza sulla tecnica vocale. Nel 2001 inizia la sua attività concertistica prendendo parte all’“Interfest – Bitola” organizzato dall’Ambasciata Italiana a Skopje per celebrare i Cent’anni dalla morte di Giuseppe Verdi, esibendosi successivamente in vari concerti e opere liriche in Italia, Macedonia, Croazia, Spagna, Repubblica Ceca, Austria, Inghilterra, India, Brasile. Risultato tra i vincitori al Concorso Internazionale “Primo Palcoscenico 2013”, finalizzato alla produzione dell’opera Falstaff di Verdi nei Teatri Comunali di Cesena, Pesaro e Ferrara, nello stesso anno è tra i finalisti al V Concorso Internazionale di canto lirico “Tommaso Traetta”.
Nel 2013/14 ha collaborato a varie produzioni con il coro del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, sotto la direzione di Zubin Mehta, Claudio Abbado, Daniele Gatti, etc.
Dal 2016 fa parte degli artisti – solisti presso l’Opera e Balletto Macedone di Skopje, dove ha interpretato vari ruoli come Lenski in Evgenij Onegin, Alfredo in Traviata, Nemorino in Elisir d’Amore ed altri.

Massimo Naccarato si è diplomato in Canto presso il Conservatorio “S. Giacomantonio” di Cosenza. Ha seguito corsi di perfezionamento a Riva del Garda con G. Raimondi e presso l’Accademia Pescarese con M. Sighele e V. Lucchetti. Successivamente ha frequentato l’accademia “A. Toscanini” di Modena sotto la guida di A. Pola. Si è laureato nel 2008 al Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze con 110 e lode, sotto la guida del Soprano Marta Taddei.
Dal 1990 ha partecipato in ruoli principali a numerose opere liriche, quali Ecuba, La Bohéme, Gianni Schicchi, Rigoletto, La Traviata, Manon Lescaut, Barbiere di Siviglia, Carmen, L’Elisir d’Amore, etc. in importanti teatri, quali quelli di Mantova, Cosenza, Lecce, Jesi, Firenze, Tokyo (Bunkakaikan), Ferrara Modena, Reggio Emilia, Piacenza, etc.
Ha collaborato con prestigiosi direttori d’orchestra, quali Mehta, Battistoni, Alapont, Carminati, Conlon, Muti, Oren, De Bernard.
Nel 1998 è risultato vincitore di concorso presso il prestigioso Coro del Maggio Musicale Fiorentino.
Vincitore nel 1999 del Concorso UNESCO a Verona, si aggiudica il ruolo di Eletszki nell’Opera La Dama di Picche, tenendo rappresentazioni al Teatro Filarmonico di Verona, a Parigi nella sala UNESCO e al Teatro Bolschoi di Mosca. Vanta numerose incisioni discografiche.
OIDA Orchestra Instabile di Arezzo riunisce le migliori risorse musicali e artistiche del territorio aretino, portando in Italia e nel mondo il nome della città che ha dato i natali a Guido Monaco. Tutti i suoi componenti sono affermati professionisti che collaborano con orchestre quali Maggio Musicale Fiorentino, Orchestra della Toscana, Festival Puccini, etc. Fin dal 2015 l’Orchestra vanta collaborazioni con progetti e Festival, tra cui l’International Young Artist Project, per l’allestimento del Don Giovanni con il direttore Romolo Gessi, il Terre d’Arezzo Music Festival, con numerosi concerti, e l’iniziativa “Musica per le Feste” del Comune di Arezzo. Dal settembre 2017 cura la prima Stagione Sinfonica del Teatro Petrarca di Arezzo.

Linus Lerner, direttore, è lodato sia per il carisma che per l’energia appassionata delle sue interpretazioni. A suo agio sia nel repertorio sinfonico che in quello lirico, Lerner ha diretto negli Stati Uniti, Brasile, Bulgaria, Cina, Repubblica Ceca, Germania, Italia, Messico, Panama, Spagna, Corea del Sud, Turchia e Russia. Alcuni dei recenti incarichi di direzione sono stati: Berliner Camerata e Leipzig Philharmonie (Germania); Plovdiv Opera (Bulgaria); Orchestra Sinfonica del Conservatorio “Mussorvksy” (Russia). Lerner è attualmente direttore principale della Southern Arizona Symphony Orchestra (USA) e dell’Orchestra Sinfonica di Rio Grande do Norte (Brasile). Vanta numerose incisioni fra cui un CD di concerti per viola di Amanda Harberg e Max Wolpert pubblicato dall’etichetta Naxos. Fra gli importanti riconoscimenti ricevuti, citiamo la Medaglia Ohtli (il più alto premio del governo messicano); la medaglia Djalma Marinho in Brasile, e la chiave della città di Tucson, per il suo lavoro nella comunità musicale.